INTUITION – Fino al 26 novembre.
La rassegna ‘’ Intuition’’ a Palazzo Fortuny, può definirsi una grande opera di creazione. Il palazzo diviene per l’occasione fucina di esperimenti estetici intesi in senso sostanziale, un luogo dove
l’idea si sposa con il mondo materico e diviene forma dialogante. L’esposizione si distende in tre piani che sono illuminati con differenti intensità. E poi c’è la musica che declina l’intuizione in categorie diverse dello spirito, note in bilico tra il lirismo più puro e l’ orientale accompagnano lo spettatore in una sorta di percorso tragico che vede come ne ultimo la katarsi, l’innalzamento dello spirito grazie ad un oblio consapevole. Parto entrando nel grande antro buio del piano terra dove trovo notevoli menhir del periodo neolitico, sculture potenti e virili che creano una relazione intuitiva tra cielo e terra. Salgo poi al primo piano, la luce inizia a divenire più percepibile, incontro l’opera dell’Abramovic che mi parla e dice di ascoltare il sentimento panico della natura che conserviamo dentro il nostro IO, incontro Anish Kapoor che mi fa esplorare la relazione tra sostanza, apparenza, materia e percezione, mi scontro frontalmente con le scenografie di Mariano Fortuny che mi trascinano nell’ieri, in quel tempo in cui lui era vivo e dipingeva i muri del Palazzo con forme di ispirazione divina. C’è un angolo in cui addirittura si confrontano da un lato una sorta di cripta dedicata alla meta sica di De Chirico e dall’altro un’opera Dada di Duchamp. Gli ultimi piani della struttura sono luminosi e limpidi, anche le performance e installazioni sono ricche di colori e slanci vitali, quasi a voler comunicarmi che sebbene la creazione nasca dagli abissi dello spirito sfocia poi in rivoli torrenziali d’acqua limpida. La grande opera finale si chiama ‘’Archive of the mind’’ della coreana Kimosooja, e qui  finisco con il modellare pezzi di argilla a forma di sfera e farli rotolare su un tavolo enorme. In pratica, concludo la visita donando al mondo la mia forma di intuizione.

Written by admin